Archivi tag: Bosa

a 40 anni, mi merito la Sardegna!!!!

Ne ho visti di posti…..

Mi mancava ( tra tanti altri ) la Sardegna.

Il mio amico Claudio, sardo DOCG, me lo diceva sempre:” la Sardegna e’ unica, non ci sono posti cosi, devi venire a vederla!!!”

Cosi quest’anno ce l’abbiamo fatta: 3 donne emiliane e un cicerone sardo.

Abbiamo tenuto come base Alghero (http://www.comune.alghero.ss.it/), dove abbiamo soggiornato in un camping appena fuori dalla cittadina, il Calik Blu (https://www.facebook.com/CalikBlu?fref=ts).

Il primo giorno ne abbiamo approfittato per visitare Alghero, che si affaccia su uno splendido mare. La parte interna della cittadina conserva strutture antiche, stradine che spuntano all’improvviso e ti portano in piccole piazzette dove trovi quasi sempre i tavolini di qualche ristorantino tipico.

IMG_1616

Poi siamo andati alla scoperta dei luoghi più conosciuti, quelli che DEVI vedere se vai in Sardegna.

Porto Rotondo! Si, dove ci sono i VIP. Beh, vai in Sardegna e un salto lì, non lo fai???? Il tragitto per arrivare a Porto Rotondo e’ lunghetto ma le strade e i paesaggi sono piacevoli.

Abbiamo trovato subito una splendida insenatura, Cala Sassari, con una spiaggia molto frequentata, ma dove siamo riusciti a ritagliarci il nostro angolo senza sentirci soffocare dalla folla.

Sulla spiaggia un piccolo bar/ristorante, il Fino Beach (https://www.facebook.com/FinoBeach?fref=ts) dove mangiamo bene, potendo scegliere in un ricco menu di piatti invitanti e  senza spendere tropo.

Il mare ha dei colori veramente belli, cambiando tutte  le tonalità del blu. Come fosse un dipinto.

Un po’ di vita da spiaggia e poi via a visitare Porto Rotondo.

E’ bella non c’e che dire, ma si vede che e’ stata costruita ad Hoc. Per i turisti, che qui trovano tutto per una vacanza piena di vita e relax. Personalmente pero’ preferisco Alghero che mi sembra più reale e ha sicuramente più storia alle spalle.

Visto che Claudio ha lavorato in questa zona, ci porta in un punto su una collinetta, da cui si ammira un panorama mozzafiato.

Ci racconta che in questo posto organizzano una sagra del capretto dove lui e i colleghi andavano sempre ad “rifocillarsi”. Tutto e’ cucinato dalle persone del posto e tutti sono benvenuti.

IMG_1624

C’e una piccola chiesetta su questa collina e dentro c’e un signore che intreccia collanine…..

Dietro la chiesetta c’e un crocifisso in ferro che si affaccia sul panorama e a cui sono appese tante collanine…Business is business:-)

IMG_1639

Dopo Porto Rotondo, non poteva mancare Stintino.

Qui i colori sono veramente tanti…. Oltre a quelli del mare, ci sono i colori dei 5000 ombrelloni e dei costumi delle 7000 persone racchiuse in 20 metri quadrati di spiaggia…

IMG_1658

Troppa gente per i miei gusti.

Ma il posto e’ veramente bello. La baia si stende ai piedi di una collinetta, da cui si ammira un panorama stupendo.

IMG_1652

Ovviamente, tra una spiaggia e l’altra non ci facciamo mancare la tappa agriturismo.

Per non sbagliare ci facciamo consigliare dalla receptionist del campeggio.

Ce ne indica due e noi scegliamo quello meno turistico e quindi…più introvabile, l’agriturismo La Corte del Cacciatore.

https://www.facebook.com/pages/Agriturismo-ZAC-La-Corte-del-Cacciatore/133133980089731

Vaghiamo fino ad avvicinarci alla meta, ma all’ultimo bivio (come e’ giusto che sia…) prendiamo la direzione sbagliata. Ci fermiamo quindi a chiedere a due anziani che stanno uscendo di casa.

Ci dicono “si si lo conosciamo…e’ il ristorante di Mario”

“ma si, Mario”

“ma dove dobbiamo andare?”

“…da Mario!!!”

Alla fine abbiamo trovato un agriturismo il cui proprietarie si chiama Mario, e ci e’ andata bene ( era quello giusto:-).

Un vero agriturismo dove tutto e’ preparato con prodotti propri, fatta eccezione per il pane carasau che viene comprato dal vicino, che lo produce.

Nella sala oltre al nostro c’erano altri 2 tavoli, 10 persone in totale.

Una cena con una marea di antipasti, per poter assaggiare davvero tutto.

Poi 2 primi, i secondi, il vino della casa…e infine la seadas, una specie di grossa frittella di sfoglia, ripiena di formaggio e accompagnata da miele o zucchero. Squisita.

Una vera cena con i fiocchi!!!

La nostra ricerca di splendide spiagge e’ poi continuata nei giorni successivi.

Patty e Alex, due amici che  sono passati a trovarci prima di imbarcarsi per rientrare dalla vacanza, ci hanno parlato di una paesino non lontano da Alghero, che si chiama Bosa (http://www.bosa.it/).

Ovviamente, siamo andati in avanscoperta:-)

Dalla strada principale dell’entroterra, c’e qualche cartello che indica la spiaggia.

Ci troviamo in una spiaggetta poco affollata e ben organizzata, con un bel parcheggio ( anche per camper), un bar / ristorante che si affaccia sul mare.

Il tutto ben nascosto dalla vegetazione.

Insomma un posto tranquillo, con un mare stupendo ( ma qui e’ cosi dappertutto).

La Sardegna:-)

Prima di rientrare ci siamo fermati a Bosa, una piccola cittadina abitata già ai tempi dei Fenici e che sorge sul fiume Temo, il solo navigabile in Sardegna.

Facciamo un giro per vedere un po la cittadina e la troviamo viva, piena di colori, fiori e …la vineria, dove assaggiamo un vinello fatto in casa, che e’ una meraviglia.

Una altra splendida giornata:-)

Per ultimo abbiamo voluto cercare un altra spiaggia isolata e tranquilla e abbiamo trovato Porto di Palmas.

IMG_1687

Saremo state 20 persone, un piccolo bar, tre canoe e una splendida baia.

La Sardegna:-)

Si pero’…non aspetto altri 40 anni prima di tornarci:-)

http://www.regione.sardegna.it/

IMG_1692

Annunci